header_altromare.jpg

modalità di accesso

• dove: Science Centre Immaginario Scientifico – Grignano, Trieste
 periodo di apertura: 27 novembre 2011 – 27 maggio 2012
• orari di apertura: domenica ore 10.00-20.00 (negli altri giorni aperto su prenotazione per gruppi o scuole)
 informazioni: 040 224424 | info@immaginarioscientifico.it

credits

Con il contributo di

  • Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
  • Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
  • Camera di Commercio di Trieste

Con il supporto di:

  • Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” – ICTP

Con la collaborazione di:

 

da scaricare:

Icon of cartella stampa cartella stampa | (5.7 MB)

Icon of materiali promozionali materiali promozionali | (3.9 MB)

Soundtrack:

le altre multivisioni 

ALTROMARE
una crociera sott’acqua

27 novembre 2011 – 27 maggio 2012

Si entra in acqua con un tuffo e ci si immerge in altro mondo, partendo per un viaggio attraverso uno degli ambienti più insoliti e inesplorati del globo: inizia così Altromare, una crociera sott’acqua, la diciassettesima mostra multimediale del Science Centre Immaginario Scientifico.

Il mare a cui siamo abituati è quello che vediamo dalla costa o dalla superficie: anche con muta e bombole, riusciamo solitamente a vedere solo una minima parte dello spazio marino, che rimane per lo più avvolto da fitte tenebre. Solo da pochi decenni, con l’aiuto dei ROV (remotely operated vehicle) cominciamo a ricevere immagini dalle immense regioni sottomarine che costituiscono la maggior parte della superficie della crosta terrestre.

Proprio attraverso questo tipo di immagini – che nel caso della mostra Altromare provengono in larga parte dagli archivi scientifici di diversi istituti che fanno capo al progetto internazionale Census of Marine Life – i visitatori si immergono in una singolare “crociera sottomarina” alla scoperta di magnifici fondali lungo le scarpate oceaniche, sorvolando piane abissali, risalendo fino alle vette di vulcani sottomarini, nuotando tra vivaci e coloratissime barriere coralline, per approdare infine su calde e lussureggianti coste tropicali.

Tre sono le sezioni della mostra, ognuna delle quali permette di immergersi in luoghi e in atmosfere diverse:

Multivisioni
Altromare, la sezione che dà il nome all’intera mostra, conduce lo spettatore attraverso un percorso inusuale. Seguendo i fondali e scendendo lungo la scarpata continentale si osservano ambienti quasi lunari popolati da creature che diventano sempre più strane e inquietanti man mano che ci si inoltra nelle tenebre degli abissi. Dalle piane abissali, il più vasto e meno esplorato ambiente del globo, il viaggio multimediale continua risalendo le chine dei vulcani sottomarini e passando poi agli ambienti costieri delle zone tropicali, in particolare quelli della barriera corallina.

Didascalie e localizzazioni mettono a fuoco alcuni esemplari dei principali organismi marini che si incontrano lungo la crociera sottomarina, dando indicazione del loro nome e della zona di diffusione sul fondale o nella colonna d’acqua dell’ambiente pelagico.

•  Biodiversità tropicale  è il titolo di un’altra parte della mostra, dove viene presentata una carrellata dei diversi gruppi di organismi che vivono negli ambienti sottomarini. Le immagini di questa sezione inquadrano organismi esotici di tutti i tipi e colori: dalle mastodontiche alghe tropicali a una trentina di gruppi di animali marini tropicali ordinati per complessità e dimensione crescenti.

• Ai colori e al calore delle immagini della sezione sulla biodiversità tropicale si contrappongono le tenebre e il gelo in cui vivono gli organismi fotografati nella sezione Ghiacci e abissi. Gli organismi qui presentati sono ordinati in ordine di dimensione decrescente, dalle balene e dagli altri grandi cetacei polari fino alle piccole ma particolarissime creature degli abissi.