Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Montereale Valcellina

Via Volta, 27 – Malnisio di Montereale Valcellina (PN)

Telefono: 0427798722

Montereale Valcellina [IG]

Via Manzoni, 15 – 33086 Malnisio di Montereale Valcellina (PN)

Telefono: 0427797064

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424

Ilterzopianeta 2014-10-31T13:03:31+00:00

[su_row][su_column size=”1/4″ class=”accesso-sidebar”]

credits

Collaborazioni
• Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS, Trieste)
• TerraItaly – Compagnia Generale Ripreseaeree Spa, Parma

• Servizio regionale dell’Informazione territoriale e della Cartografia della Regione Friuli Venezia Giulia

Promossa da
• Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
• Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

• Comune di Trieste “Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali”

• Fondazione Internazionale Trieste per il Progresso e la Libertà delle Scienze
• Fondazione CRTrieste
• Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali

Con il sostegno di
• Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” – ICTP
• Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia – ICGEB

• Area Science Park

Sponsor
illycaffè

 

Postazioni interattive

• OrBit
Gioco multimediale per testare le conoscenze acquisite.

• Cinque ipertesti che contengono informazioni e approfondimenti su tutte le immagini presenti in mostra.

itineranze della mostra:
• Pordenone, 16 – 30 ottobre 2004
• Udine, 9 – 11 febbraio 2006
• San Lazzaro di Savena (BO), 11-26 ottobre 2008

Soundtrack:

le altre multivisioni [su_siblings]

[/su_column][su_column size=”3/4″]

ILTERZOPIANETA
Sguardi sulla terra che cambia

14 marzo – 20 novembre 2005

Una delle più grandi trasformazioni che la tecnologia ha prodotto nell’immaginario scientifico collettivo certamente riguarda la nostra percezione della Terra, “terzo” pianeta del sistema solare. Dalle foto scattate dall’Apollo 8 nel 1968 – che ritraevano per la prima volta la Terra “dal di fuori”, quasi a rivelare la sua identità di “oggetto celeste nello spazio” – la collezione di immagini si è arricchita in modo impressionante.

La superficie del nostro pianeta, scandagliata dai “nuovi occhi” della tecnologia, rivela insospettati paesaggi e splendide forme, con una nitidezza insperabile fino a pochi anni fa.

Organizzata come un viaggio multimediale tra le immagini, la mostra offre una panoramica delle più recenti “rivelazioni” sul cangiante volto della Terra e sulle forze che ne plasmano il divenire.

Nei maxischermi della sezione multimediale del Science Centre si susseguono, accompagnate da musiche originali e brevi didascalie, le diverse immagini – ottenute con i diversi strumenti a disposizione dei ricercatori – di oceani, deserti, nuvole, zone urbane, fiumi e montagne delle più disparate regioni del globo. Per i più curiosi, le postazioni multimediali presenti forniscono spiegazioni e approfondimenti di ogni immagine, mentre il gioco OrBit invita a divertirsi mettendo alla prova le conoscenze acquisite durante la visita.

ILTERZOPIANETA invita a guardare le cose “da lontano”. Un modo diverso, forse, per riflettere sui temi planetari e percepire, magari nella muta bellezza di un deserto o di un’isola, le voci e il significato di quella “geografia umana” che li popola.

Multivisioni
• IlTerzoPianeta
Un avvicinamento al terzo pianeta del sistema solare attraverso le splendide immagini fornite da satelliti e navicelle spaziali.

• Occhi dal cielo
Le tecniche, gli strumenti e i diversi sistemi di osservazione della Terra.

• Europa, Africa, Asia, Oceania e America
Il mondo visto dall’alto in quattro maxischermi e immagini.

• La Terra dopo lo tsunami
Gli sconvolgimenti al volto del pianeta dopo lo tsunami che ha recentemente colpito il sud-est asiatico.

• Trieste vista dall’alto
Una collezione di orto-fotografie di Trieste riprese dall’aereo, a una quota di 6.000 metri.

 


[/su_column][/su_row]