cartoline dalla scienza


Avvicinarsi alla scienza è come fare un viaggio. Può essere un viaggio all'avventura o un viaggio organizzato e, come nei viaggi, lo studioso può visitare posti inesplorati o scegliere invece di vedere luoghi visitati ogni giorno da centinaia di turisti. Può raccogliere immagini e souvenir del suo viaggio o può farli da sé.

Ci sono in effetti importanti differenze tra le immagini e i resoconti della comunicazione scientifica per addetti ai lavori e quelli usati nella divulgazione o nella didattica della scienza. Ma lo scopo delle immagini è sempre lo stesso: raccontare il proprio viaggio agli altri, rendendoli partecipi delle proprie emozioni, delle scoperte e delle conoscenze acquisite.

La serie è tratta da una rubrica curata dall'Immaginario Scientifico per la rivista pediatrica Medico & Bambino.

 

Grafica molecolare multiscala

dicembre 2005

Se consideriamo le "Cartoline" fin qui raccolte, possiamo notare come per le differenti scale dello spazio e del tempo esistano tecniche di osservazione molto diverse. (altro…)

Ricostruzione 3D da microscopia elettronica

novembre 2005

Negli scorsi numeri ci siamo occupati della variabilità della figura umana, di come cioè i singoli esseri umani si differenzino gli uni dagli altri, sia per i dettagli del corpo (interni o esterni), sia per la sua struttura intera. (altro…)

Antropometria digitale

ottobre 2005

Negli anni in cui Platone discuteva di come le cose di quaggiù potessero partecipare della realtà celeste delle idee, anche la rappresentazione del corpo umano veniva definita in termini di rapporti matematici ideali. (altro…)

Mappe di variabilità della corteccia

settembre 2005

La conoscenza del nostro mondo si costruisce sui verbi, cioè sulle relazioni, ma anche sui nomi, cioè sugli oggetti che si localizzano nello spazio e nel tempo prendendo forme che mutano secondo cicli più o meno lunghi e complicati. (altro…)

Segmentazione 3D

giugno 2005

Fin dall'antichità, lo studio dell'anatomia consiste nell'estrazione e identificazione degli organi e delle parti che li compongono. (altro…)

Fiber tracking

maggio 2005

Le immagini esercitano un certo effetto ipnotico, almeno sul nostro desiderio di verità: rispetto alle parole che ascoltiamo o leggiamo, ci sommergono con una tale quantità di informazione che difficilmente sentiamo il bisogno di cercarne dell'altra. (altro…)

Tomografia a raggio elettronico (EBT)

aprile 2005

Il nostro corpo è vivo in quanto, più o meno percettibilmente, tutte le sue parti sono in continuo movimento. (altro…)

Microscopia 3D

marzo 2005

Negli scorsi numeri abbiamo iniziato un percorso nei prodigi della grafica al computer, passando dalla visione d'insieme della ricostruzione tridimensionale degli organi dell'addome alla navigazione virtuale nel lume dell'aorta visibile nella stessa ricostruzione. (altro…)

Endoscopia virtuale

febbraio 2005

Quando pensiamo alle superfici di un corpo, solitamente pensiamo a quelle esterne. Gli oggetti naturali e in particolare gli organismi viventi sono invece costituiti da una molteplicità di superfici, per la maggior parte non esposte alla luce. (altro…)

TAC Multislice

gennaio 2005

Uno dei principali problemi tecnici della fotografia è stato fin dai suoi albori quello del tempo che la pellicola impiega a impressionarsi. (altro…)