Oltre ad essere la festa della donna, l’8 marzo è anche l’anniversario della prima osservazione telescopica delle macchie solari, compiuta nel 1611 dal giovanissimo astronomo frisone Johannes Fabricius coadivato dal padre, pure lui astronomo, David Fabricius.
Osservate a occhio nudo dai cinesi nei primi secoli del primo millennio e, negli stessi anni dei Fabricius, anche dal gesuita Christoph Scheiner e da Galileo Galilei, le macchie che si formano sulla superficie del Sole sono un chiaro segno della variabilità della nostra stella.
La scoperta ha avuto una grandissima importanza nella nascita della scienza moderna, perché le macchie solari sono una delle più evidenti prove della falsità della teoria aristotelica che considerava il Sole come un corpo celeste perfettamente sferico. L’immagine presenta alcune macchie solari della regione attiva 10030, osservate ad altissima risoluzione il 15 luglio 2002 con il telescopio solare dell’Istituto per la Fisica Solare di Stoccolma.

2016-05-31T12:09:56+00:00domenica 1 marzo 2009|Categories: copertine del mese|Tags: , , |

Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424