Il 1° agosto 1793 è la data di nascita ufficiale di un ente astratto che ha però concretamente semplificato la vita dei costruttori e dei ricercatori, tanto che oggi ne facciamo tutti un uso quotidiano: parliamo del metro, che veniva definito per legge come la decimilionesima parte del quadrante settentrionale del meridiano che passa per Parigi (in altre parole, della distanza tra il polo nord e l’equatore a quella longitudine). La definizione era stata in realtà già proposta dall’Accademia delle scienze francese nel 1791, ma con l’approvazione della legge era stata un passo necessario all’applicazione obbligatoria della nuova unità di misura, che fu deliberata dall’Assemblea nazionale repubblicana nel 1795.
Precedentemente, i sistemi di misura delle lunghezze erano basati sul corpo umano (cubiti, piedi, pollici…) e non seguivano il sistema numerico decimale. Nella Conferenza generale di pesi e misure del 1983, 90 anni dopo, il metro è stato definito come la distanza percorsa dalla luce nel vuoto in un intervallo di tempo pari a 1/299.792.458 di secondo. Basandosi sulla costanza della velocità della luce, questa definizione è stata considerata più universale della precedente.
La foto in copertina, scattata da Alain Bachellier, inquadra uno dei due campioni pubblici ancora rimanenti (dei 16 istallati nelle principali vie del centro di Parigi tra il febbraio 1796 e il dicembre 1797).

2013-08-01T07:04:52+00:00giovedì 1 agosto 2013|Categories: copertine del mese|Tags: , , , |

Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424