02_AttivitaDidattiche_IntEcco le proposte dell’Immaginario Scientifico per le scuole di ogni ordine e grado.

L’IMMAGINARIO SCIENTIFICO E LA SCUOLA
TUTTE LE ATTIVITÀ PER IL 2013-2014

Da sempre l’Immaginario Scientifico presta particolare attenzione al pubblico scolastico, per la naturale curiosità e attitudine alla sperimentazione propria dei giovani e degli studenti. Per il 2013-2014, la sedicesima stagione di attività didattiche, l’IS ha ampliato le occasioni di visita alle sedi regionali (la sede storica di Trieste, le due sedi di Montereale Valcellina, il science centre di Pordenone e il più recente centro didattico di Tavagnacco), con nuovi percorsi, nuovi laboratori e soprattutto nuove idee e nuove energie!

Ci sono le visite alle sezioni espositive, che ad esempio a Trieste, a Pordenone e all’ex Centrale di Malnisio prevedono i caratteristici exhibit hands-on (le postazioni interattive), da toccare, manipolare, provare, per toccare con mano come si generano i fenomeni naturali. A Trieste e a Pordenone ci sono poi le multivisioni, proiezioni su maxi-schermi che con immagini stupefacenti e musiche emozionanti riescono a coinvolgere il pubblico nei vari temi di attualità scientifica: le classi possono scegliere fra 12 diverse multivisioni, a seconda del programma didattico e del livello di preparazione. Sempre a Trieste e a Pordenone ecco anche la possibilità di fare visite guidate al planetario, per scoprire i segreti della volta celeste proprio nel periodo in cui si effettua la visita.

La visita al Science Centre di Malnisio prevede invece, oltre a postazioni interattive dedicate all’energia e all’elettromagnetismo, anche una visita al Museo storico dell’ex Centrale idroelettrica, con i macchinari e i reperti storici perfettamente conservati; al Geo Centre Immaginario Geografico di Malnisio, dove grandi mappe calpestabili del territorio permettono di fare visite geografico-ambientali, si può scegliere un percorso naturalistico oppure una visita dedicata alla presenza “umana” storicamente vissuta nella zona del Cellina.
Nell’ex Mulino di Tavagnacco infine, si approfondiscono i temi alimentari e artigianali.

Ci sono poi i laboratori di didattica informale di “Scienza come gioco“, quest’anno 52: si tratta di dimostrazioni tematiche dedicate agli studenti da 6 a 18 anni, svolte in aule polifunzionali, durante le quali vengono utilizzate semplici apparecchiature sperimentali concepite appositamente per mettere in evidenza le caratteristiche di un particolare fenomeno: che si tratti di fisica, di chimica, di biologia, di matematica, di astronomia o di scienze della Terra, sono gli studenti stessi che traggono le conclusioni di questi semplici ma esemplificativi esperimenti. Da quest’anno, nella sede di Trieste, si aggiunge anche un curioso laboratorio di astronautica!

Inoltre, sono disponibili per gli studenti delle primarie e secondarie di I e di II grado 9 laboratori “Istruzioni per il futuro [sostenibile]“, ovvero attività informali su temi legati all’alimentazione, la sostenibilità energetica, l’ecologia e la gestione dei rifiuti.

Non mancano le attività per i bambini della scuola dell’infanzia (3 – 5 anni): con “Scienza per l’infanzia“, oltre alla visita guidata tra le postazioni interattive del museo, i bambini possono partecipare a 10 laboratori ludo-didattici e animazioni musicali appositamente pensate per loro! I temi spaziano dalla storia alla fisica, dalla chimica alla natura e agli animali, dalla musica all’ambiente e, da quest’anno, anche l’aria e i colori.

Per venire incontro a tutte le esigenze, l’Immaginario Scientifico propone anche una serie di percorsi museali e di laboratori rivolti a gruppi di persone con disabilità, calibrati sulla base delle potenzialità e delle risorse dei partecipanti: il programma denominato “ImmaginAbile“, disponibile a Trieste, a Pordenone e a Tavagnacco, prevede la visita agli exhibit interattivi e alla sezione dedicata alle multivisioni, oppure attività ludo-didattiche su fisica, chimica, ecologia, archeologia o scienze della Terra.

Quest’anno inoltre si rinnovano e aumentano le già numerose collaborazioni con altri enti e istituzioni, con pacchetti prenotabili tramite una sola telefonata alla segreteria didattica dell’IS: a Trieste si può così abbinare la visita all’IS con una gita alla Grotta Gigante, ad Elettra-Sincrotrone Trieste, al Dinosauro Antonio presso il Villaggio del Pescatore, al Museo di Minerologia e Petrografia del Dipartimento di Geoscienze dell’Università e alla fattoria didattica “Country Eden” di Monrupino. A Montereale Valcellina si può esplorare il Sentiero del Dint, la faglia di Andreis, il Coronamento della Diga del Vajont, il greto dei torrenti Cellina e Meduna e Poffabro. A Pordenone si possono visitare assieme all’IS i pnbox Studios di Torre, mentre vicino all’ID di Tavagnacco si può fare un’escursione alla splendida Grotta di Villanova.

Per prenotare una visita scolastica all’IS chiama il numero 040 224424 (da lunedì a venerdì ore 9.00-13.00 e 14.00-17.00) e concorda con la Segreteria didattica il programma di visita.

da scaricare:

[wpfilebase tag=file id=112]

sfoglia il catalogo dei servizi didattici per le scuole 2013-2014

2013-10-25T13:27:15+00:00mercoledì 2 ottobre 2013|Categories: notizie|Tags: , , |

Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424