copertina-gennaio-2014-fascettaIl 17 gennaio 1949, al Radiation Laboratory dell’Università di California a Berkeley, veniva inaugurata la prima macchina di luce sincrotrone. Ideata da Edwin Mattison McMillan come sviluppo del ciclotrone, la macchina venne utilizzata per produrre e studiare i primi elementi con numero atomico superiore a quello dell’uranio. Per questi studi, nel 1951 a McMillian fu assegnato il premio Nobel per la Chimica.
Sia il ciclotrone che il sincrotrone sono acceleratori di particelle, strumenti cioè che utilizzano forti campi magnetici per convogliare particelle cariche in percorsi ben definiti, imprimendo loro elevate energie cinetiche. Esistono due tipi principali di sincrotroni: quelli che vengono utilizzati per fare collidere le particelle e quelli, di minori dimensioni, che servono per ottenerne fasci di luce di particolare frequenza e intensità. Le particelle accelerate nell’anello generano infatti una luce particolarmente intensa e ben collimata che viene raccolta e utilizzata in diverse linee di luce, come appare chiaramente nell’immagine in copertina (grafica 3D realizzata da EPSIM 3D/JF Santarelli, Synchrotron SOLEIL).

La macchina istallata presso il Centro di ricerca Elettra Sincrotrone Trieste, visibile nella recente foto aerea, appartiene a questo secondo tipo di sincrotroni. La realizzazione del laboratorio di luce di sincrotrone nel carso triestino, avvenuta sotto la guida del Premio Nobel Carlo Rubbia, risale alla prima metà degli anni ’90. Il Centro di ricerca che si è andato formando attorno al laboratorio negli anni successivi ha continuato ad aggiornarsi e a rinnovarsi. Nel dicembre 2012 è stata aggiunta una sorgente di luce di sincrotrone di quarta generazione: il laser a elettroni liberi FERMI.

Centro di ricerca Elettra Sincrotrone Trieste

Centro di ricerca Elettra Sincrotrone Trieste

 

2014-01-07T14:00:33+00:00venerdì 17 gennaio 2014|Categories: copertine del mese|Tags: , , , , |

Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424