15_01_fascettaTutti gli esami medici, producano essi solo numeri o anche immagini, fissano comunque un’istantanea dell’incessante pulsare del corpo, raccogliendo solo alcuni valori da serie che oscillano variamente su diverse scale temporali secondo i diversi ritmi dell’organismo.
Come l’otturatore della macchina fotografica può rimanere aperto più o meno a lungo, anche gli esami medici sono normalmente studiati in modo da campionare dati in grado di coprire un arco significativo di tempo, anche se comunque quello che campionano è sempre solo un’infinitesima porzione dell’incessante fluttuare che fa di noi delle creature viventi.
Per certi esami il ritmo però è connaturato all’organo da esaminare e il campionamento dei dati deve perciò avvenire in modo particolarmenre oculato.
Nel numero di settembre 2008 abbiamo visto come la risonanza magnetica cardiovascolare, accoppiata con monitoraggio elettrocardiografico, riesca sia a “congelare” il cuore ricostruendolo tridimensionalmente in una stessa fase del battito, sia a catturarne immagini congelando la stessa “fetta” nelle diverse fasi, e ottenendo così i fotogrammi di quello che è stato chiamato Cine-RM.
Da quelle immagini però si potevano ricavare informazioni solo molto approssimative sulla fisiologia e su eventuali patologie del flusso ematico, la cui velocità veniva meglio misurata con l’ecografia color- doppler (di cui abbiamo parlato nel numero di novembre 2006).
In questo numero presentiamo immagini che risultano da un’evoluzione della risonanza cardiovascolare proprio nella direzione di una più accurata misura e valutazione delle dinamiche del flusso ematico. Le immagini nella parte superiore della seconda figura mostrano come varia la velocità del flusso nell’aorta in meno di 3 decimi di secondo, durante la sistole. Quelle nella parte inferiore della figura mostrano la possibilità di differenziare le direzioni del flusso disegnandone le linee a partire da tre diversi piani del vaso: i colori discriminano sei diverse origini del flusso nei ventricoli destro e sinistro durante la diastole.
Come nel caso del cosiddetto Cine-RM, i video che vengono prodotti con la cardiorisonanza 4D da cui sono state ottenute le immagini non sono comunque delle vere e proprie riprese cinematografiche, ma piuttosto delle animazioni. Risultano infatti da scansioni che durano molto più a lungo degli eventi che rappresentano: i dati vengono raccolti durante esami della durata di varie decine di minuti, mentre il ciclo del battito ricostruito dura meno di un secondo. Le immagini costituiscono piuttosto delle mappe spazio-temporali, che disegnano la dinamica del flusso nella sua ripetizione e non permettono quindi di rilevarne tutte le patologie.

 

[su_row][su_column size=”1/2″]

Visualizzazione delle linee di flusso del cuore con il software EnSight da dati di risonanza magnetica. <a href="https://www.ceisoftware.com/linkoping_heart/" target="_blank">L'immagine</a> è tratta dalla copertina della tesi di dottorato di Jonatan Eriksson nella Divisione di Medicina Cardiovascolare della Linköping University (SE), intitolata <a href="http://liu.diva-portal.org/smash/record.jsf?pid=diva2%3A655926&amp;dswid=-4851" target="_blank">Quantification of 4D Left Ventricular Blood Flow in Health and Disease</a> (2013).

Visualizzazione delle linee di flusso del cuore con il software EnSight da dati di risonanza magnetica. L’immagine è tratta dalla copertina della tesi di dottorato di Jonatan Eriksson nella Divisione di Medicina Cardiovascolare della Linköping University (SE), intitolata Quantification of 4D Left Ventricular Blood Flow in Health and Disease (2013).

[/su_column] [su_column size=”1/2″]

Immagini di risonanza magnetica cardiovascolare 4D che mappano la velocità e la direzione del flusso ematico durante il battito cardiaco. In alto, i colori delle linee visualizzano le velocità del flusso ematico in cinque diversi istanti della sistole in un’aorta toracica. Sotto, i colori indicano le diverse origini del flusso. Le immagini sono tratte da <a href="http://www.jcmr-online.com/content/13/1/7" target="_blank">Comprehensive 4D velocity mapping of the heart and great vessels by cardiovascular magnetic resonance</a>, pubblicato da Michael Markl e collaboratori su “Journal of Cardiovascular Magnetic Resonance” (2011;13:7).

Immagini di risonanza magnetica cardiovascolare 4D che mappano la velocità e la direzione del flusso ematico durante il battito cardiaco. In alto, i colori delle linee visualizzano le velocità del flusso ematico in cinque diversi istanti della sistole in un’aorta toracica. Sotto, i colori indicano le diverse origini del flusso. Le immagini sono tratte da Comprehensive 4D velocity mapping of the heart and great vessels by cardiovascular magnetic resonance, pubblicato da Michael Markl e collaboratori su “Journal of Cardiovascular Magnetic Resonance” (2011;13:7).

[/su_column][/su_row]

Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424