Parlando di grafica molecolare, molti anni fa (maggio 2002), osservavamo che l’utilità di rappresentare le molecole al computer deriva dal fatto che il nostro occhio è molto più pronto di qualsiasi calcolatore a riconoscere somiglianze tra strutture complesse.

Nel frattempo, le conoscenze bio-informatiche e gli strumenti (hardware e software) a disposizione dei ricercatori hanno considerevolmente elevato il grado di complessità delle architetture molecolari che possono essere visualizzate. In questo numero presentiamo una tecnica di computer-grafica in grado di rendere più visibili le macromolecole, ombreggiandole in modo da accentuarne il realismo. Per ogni punto della superficie il calcolatore determina quanta luce d’ambiente può raggiungerlo e quanta viene invece occlusa dalla sua inclinazione.
Il chiaroscuro, in greco skiagraphia (disegno dell’ombra), è stato usato a più riprese dagli artisti fin dall’epoca classica, per disegnare le figure indicandone le distribuzioni di pieni e di vuoti, anzichè i contorni. Da Caravaggio in poi, il contrasto tra luce e ombre è stato soprattutto utilizzato per aggiungere drammaticità alla scena. Nella grafica al computer per usi scientifici (ma anche in quella per usi ludici), lìombreggiatura invece non deve nascondere gli oggetti ma rivelarne l’architettura. Occorre perciò poterla dosare in modo da fare apparire le strutture sulle scale che interessa visualizzare.

Diverse modalità di illuminazione nella resa di varie macromolecole, con o senza l’uso di tecniche di occlusione ambientale (AO).

2018-02-06T11:39:00+00:00giovedì 17 dicembre 2015|Categories: cartoline dalla scienza|Tags: , , , |

Trieste

riva Massimiliano e Carlotta, 15 34151 Grignano (Trieste)

Telefono: 040224424

Fax: 040224439

Pordenone

Via Vittorio Veneto, 31 33170 Torre di Pordenone

Telefono: 0434542455

Fax: 0434542455

Tavagnacco

via dei Molini, 32 33010 Adegliacco, Comune di Tavagnacco (UD)

Telefono: 0432571797 • prenotazioni: 040224424